Politica Internazionale, Roberto Savio

Con gli evangelici il povero diventa di destra

Giu 12 2020

di Roberto Savio – OTHERNEWS

VIDEO 👆

Un fenomeno a cui assistiamo oggi ma che non è molto conosciuto è l’irruzione dell’evangelismo nella politica. L’evangelismo oggi conta circa 140 milioni di affiliati nel mondo ma è molto forte soprattutto in Brasile e negli Stati Uniti.

Negli USA gli evangelici sono 60 milioni e la cosa interessante è che questo movimento che si rivolge ai poveri e li ingloba, promettendo che attraverso la religione diventeranno ricchi, perché Dio li aiuterà, ha un grosso impatto sulla gente povera perché è molto informale, si svolge con molto folclore, i servizi sono pubblici.

Con il risultato che per la prima volta nella storia una religione si dedica a trasformare i poveri in gente di destra. Oggi gli evangelici sono a destra di tutto, e sono alla base del successo di Trump e del successo di Bolsonaro. Votano Trump e Bolsonaro perché questi esibiscono la Bibbia e per gli evangelici la Bibbia è la lettura assoluta e unica della realtà.

E credono fortemente nella seconda venuta di Gesù Cristo sulla terra, che è uno dei punti fondamentali di questa religione. Al suo ritorno Cristo premia i buoni e castiga tutti gli altri, pertanto i buoni sono 140 milioni e gli altri sono in pratica tutta l’umanità.

Di fatto questi movimenti oggi sono tutti dichiaratamente per la rielezione di Trump e per il mantenimento di Bolsonaro. E avere per la prima volta nella storia una religione che invece di predicare l’uguaglianza, la solidarietà, predica il successo individuale e la religione come strumento per l’ottenimento della carriera individuale, è qualcosa di nuovo che cambia la dimensione della politica.

Le religioni nella storia sono sempre state dalla parte della conservazione, dalla parte del sistema, dal lato dei re, dal lato degli imperatori, dal lato dei conquistatori in America Latina. Anche se c’erano correnti come per esempio la Teologia della Liberazione in America Latina, che avvicinavano la chiesa al popolo, al lavoratore e in Europa abbiamo avuto il fenomeno dei “Prêtres Ouvriers.

Questa però è la prima volta che un movimento si dedica completamente ad appoggiare gente che politicamente si colloca a destra. Questo perché questa gente utilizza simboli religiosi. E chi utilizza simboli religiosi in politica fa un’opera di manipolazione che non ha nulla a che vedere né con la democrazia né con la religione.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *