Diritti Umani, diritti civili, giustizia sociale, Guerre e Armamenti, Politica Internazionale

Siria, catastrofe umanitaria a Idlib: mezzo milione di bambini sfollati

Feb 22 2020

di OPEN

Secondo l’Unicef decine di migliaia di bambini sono costretti a sopravvivere all’addiaccio

Sono sempre più disperate le condizioni di bambini e famiglie nel nordovest della Siria dove in due mesi e mezzo di combattimenti tra forze governative, appoggiate dalla Russia, e forze di opposizione si contano circa 900mila civili sfollati. Di questi, circa 500mila sono bambini. Secondo l’Unicef decine di migliaia di bambini sono costretti a sopravvivere all’addiaccio, in tende e in altri ripari di fortuna in zone collinari e montagnose nella morsa del freddo invernale. «La situazione nel nordovest è insostenibile, anche per i severi standard della Siria», ha detto Henrietta Fore, direttore esecutivo di Unicef

«Bambini e famiglie si trovano intrappolati tra la violenza – aggiunge Fore – il freddo pungente, la mancanza di cibo e le disperate condizioni di vita. Tale disprezzo per la sicurezza e il benessere dei bambini e delle famiglie non può continuare». Intanto, le Nazioni Unite hanno definito gli attacchi congiunti della Russia e del regime siriano nella regione di Idlib «crimini di guerra». Quasi 300 civili sono stati uccisi durante gli attacchi nel nordovest della Siria, il 93% dei quali ha perso la vita per mano dell’esercito di Damasco sostenuto dalla Russia, come ha riferito oggi un funzionario dell’Onu per i diritti umani.  

Michelle Bachelet ha espresso il suo «orrore per l’immensità della crisi umanitaria» denunciando i bombardamenti negli immediati pressi dei campi profughi e sulle strutture sanitarie ed educative avvenuti ieri, sostenendo che si tratti di crimini di guerra. Il suo portavoce, Rupert Colville, parlando a Ginevra si è chiesto se la Siria e la Russia stessero deliberatamente prendendo di mira i civili e gli edifici protetti dalla legge internazionale. «La quantità di attacchi agli ospedali, agli esercizi sanitari e alle scuole non può essere accidentale», ha detto.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *