Politica Internazionale, Società Civile

Cile, raggiunto accordo storico per la Costituzione

Nov 15 2019

di Aldo Torchiaro

Il governo cileno e l’opposizione hanno concordato di tenere un referendum per una nuova costituzione nell’aprile 2020. Pubblichiamo qui le prime foto dei documenti originali appena firmati a Santiago del Cile

Secondo fonti dirette di Other News, il capo della camera alta cilena, Jaime Quintana, ha annunciato dopo lunghi negoziati che i partiti al governo e l’opposizione hanno raggiunto un accordo storico per redigere una nuova costituzione in sostituzione di quella attuale, in vigore dal 1981. “Questa è una notte storica per il Cile”, ha affermato Quintana, rilevando che l’accordo mirava a una “soluzione pacifica e democratica alla crisi” e ad una “vittoria per tutti i cittadini”. 
Secondo quanto possiamo leggere nel documento nelle foto, l’accordo comprende 12 disposizioni, inclusa una volta a ripristinare l’ordine pubblico nel Paese, per porre fine alle violenze scoppiate all’inizio di ottobre per malcontento per le politiche sociali. Nel frattempo non si placa l’ondata di proteste in tutto il paese ed e’ salito a 24 il bilancio delle morti occorse durante le manifestazioni di piazza contro il governo. Un morto oltre a 46 feriti e 325 arresti si sono registrati nella giornata di martedi’, una delle piu’ violente registrate dalla prima cruenta settimana di proteste iniziate il 17 ottobre scorso. Il video che mostriamo è stato registrato da uno studente che ci chiede di mostrarlo al mondo. 

Esclusive immagini girate per OthernewsTV da uno studente durante gli scontri di oggi

______________________________

Aldo Torchiaro – Giornalista professionista, conduttore televisivo ed esperto di campagne di comunicazione internazionali, formatosi come Linguista tra Roma, Parigi e Santiago del Cile, l’autore è Dottorando in Umanesimo Contemporaneo e Digitale. Guida le media relations per l’agenzia Spencer and Lewis. Nel 2019 ha vinto il Premio giornalistico europeo “Mare Nostrum”.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *