Ambiente, Ambiente/Clima, clima, Politica Internazionale

Trump cancella i controlli anti-inquinamento di Obama, esultano immobiliaristi e produttori di combustibili fossili

Gen 25 2020

di La Stampa

Nei giorni in cui polemizza a Davos con Greta Thunberg, il presidente Usa sta per abrogare una delle misure simbolo ambientaliste della precedente amministrazione

Giovedì l’amministrazione Trump metterà a punto una norma per eliminare le protezioni ambientali e i controlli anti-inquinamento che riguardano aree con corsi d’acqua e zone umide, regalando così una vittoria agli agricoltori, ai produttori di combustibili fossili e ai grandi immobiliaristi, secondo i quali le regole che sono retaggio della presidenza Obama li hanno incatenati con laccia e lacciuoli inutili e onerosi.

Dal primo giorno della sua amministrazione, Donald Trump ha promesso di abrogare il regolamento “Waters of the United States”, approvato dal presidente Barack Obama, che aveva suscitato proteste e opposizioni da parte dei proprietari terrieri rurali. La nuova norma a cui Trump sta pensando è l’ultimo passo nella spinta dell’amministrazione nell’opera di abrogazione o indebolimento di quasi 100 norme e leggi ambientali, che ha visto allentare o eliminare le norme sui cambiamenti climatici, sull’aria pulita, sull’inquinamento chimico, sull’estrazione del carbone, trivellazioni petrolifere e protezione delle specie in pericolo. Per Trump, questo pacchetto di norme e varia regolamentazione è “orribile”, “distruttivo”, “uno dei peggiori esempi di extra intervento federale”, fuori dal necessario.La discarica di rifiuti nucleari grande come Roma che dagli anni ’40 minaccia milioni di persone

Il tutto avviene proprio nei giorni in cui, a Davos, Trump ha appena polemizzato con Greta Thunberg. Greta dovrebbe rivolgere la sua attenzione a Paesi che stanno veramente inquinando l’ambiente, non gli Stati Uniti, ha detto il presidente Usa concludendo la sua partecipazione al World Economic Forum di Davos. “Credo che Greta debba iniziare a lavorare su questi Paesi”, ha detto, scherzando poi sul fatto che la giovanissima attivista ambientalista “mi ha battuto sulla copertina di Time magazine”, riferendosi al fatto che è stata nominata persona dell’anno 2019.

“Ho posto fine a una delle norme più ridicole di tutte”, ha detto Trump domenica alla convention annuale dell’American Farm Bureau Federation in Texas, scatenando grandissimi applausi. “La disastrosa norma della scorsa amministrazione sulle Waters of the United States”, ha detto, è finita. “Questa è stata una norma che in pratica ha espropriato le proprietà”, ha aggiunto Trump, le cui proprietà immobiliari comprendono più di una dozzina di campi da golf. Bisogna ricordare – ha spiegato il New York Times – che i costruttori di campi da golf sono stati tra i principali oppositori della norma di Obama e i principali sostenitori di quella nuova trumpiana.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *