Ambiente e Clima, Cooperazione Internazionale e multilateralismo, Diritti Umani, diritti civili, giustizia sociale, Migrazioni, Politica Internazionale, Roberto Savio, Sostenibilità

Libertè, Egalité, Fraternité

Mar 6 2020

di Roberto Savio

Cosa ne è dei valori su cui si sono basati due secoli di democrazia?

VIDEO

Roma, 4 marzo 2020 – Liberté, Egalité, Fraternité. Questo motto, insieme al canto dell’Internazionale, per due secoli è stato il simbolo dell’utopia, di voler cambiare il mondo, perché fosse un mondo più giusto e più fraterno.

Questo è scomparso. Oggi l’uguaglianza è in totale estinzione, la fratellanza non ne parliamo nemmeno. Resta la libertà che però è la libertà individuale: mi interessa la mia libertà, non la libertà di tutto il mondo.

E ora, per esempio, in un mondo logico, di libertà, si analizzerebbe se sia più importante il coronavirus o il cambio climatico. In questo momento il problema del cambio climatico è scomparso.

Tutti parliamo del Coronavirus. Mentre intanto il tempo passa, non si sta correggendo l’impatto dell’uomo sulla terra. Perché noi entro il 2025 dobbiamo attuare un cambiamento importante. Non dimentichiamoci che l’Accordo di Parigi è un accordo che prevede l’aumento del 2% delle emissioni di CO2 per scendere a compromessi con diversi paesi, come gli Stati Uniti, invece di fissare la soglia all’1.5%, che è quella indicata dagli scienziati.

Succedono cose molto divertenti: per esempio, il cambio climatico è di sinistra, tutta la destra o lo nega o lo minimizza.

E come è stato l’arrivo negli USA del Coronavirus? Come una idea di sinistra. Perché Trump, preoccupato di dover cambiare il panorama elettorale, all’inizio ha preferito ignorare il problema. Per esempio ha detto: “Qui un bel giorno sparirà, come un miracolo. Sparirà e non ci saranno problemi”. Cosa che ora stiamo vedendo non essere così. I suoi portavoce dicono: “I quotidiani sono sensibili al Coronavirus perché sperano di far perdere le elezioni a Trump”. Ora tutti gli scienziati devono prima dare alla Casa Bianca informazioni di quello che poi scriveranno sul Coronavirus, che è stato chiamato un “Democratic Hoax”. Nel frattempo Trump ha tagliato il budget del Centro di controllo delle malattie del 10%, del Dipartimento della Salute del 10%, dell’Organizzazione Panamericana della Salute del 75%, e ha tolto il 50% all’Organizzazione Mondiale della Sanità, dimostrando che le sue priorità sono altre.

Arrivano le elezioni, i candidati del Super Tuesday hanno parlato di tutto tranne che dei problemi fondamentali del cambio climatico. E noi continuiamo ad andare avanti come se non stesse succedendo nulla.

In questa Europa “a buffet”, come la chiamo io, perché ognuno va e prende quello che vuole e lascia quello che non vuole, oggi siamo di fronte ad una situazione tragica, che è l’arrivo di migliaia di siriani e afgani al confine con la Grecia, con la polizia greca che li bersaglia con proiettili di gomma, con gas lacrimogeno, contro una moltitudine di gente che scappa dalla morte, dalla miseria, dal peggio del peggio. Si continua a bombardare ospedali regolarmente, ossia non c’è alcuna relazione con il tema della Fratellanza.

Muoiono in Africa 22Mila persone l’anno per il Dengue. Qui questo Coronavirus potrà arrivare a sei, settemila vittime, non di più. Ma questi 22Mila sono africani, dunque è un problema loro.

Viva la Fratellanza.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *