Società Civile

The Sunday Breakfast – 70 – Cosa è successo nel mondo

Feb 14 2021

Numero 70 – Cosa è successo nel mondo questa settimana? Panoramica sui fatti globali principali, a volte trascurati dal mainstream.

a cura di Cecilia Capanna

cosa è successo nel mondo

di Gianfranco Maselli – 7-14 febbraio 2021

Dal freddo dell’Himalaya dritti verso ovest, fino a svolte nordamericane e al calore dei fermenti indigeni. Abbiamo conosciuto lo sgomento di fronte al disastro naturale che ha colpito l’India. Ci siamo stupiti del traguardo della Virginia. Abbiamo intravisto una speranza per l’ambiente nella campagna elettorale ecuadoriana. È stata una settimana intensa ma forse c’è ancora spazio per qualche altra riflessione. In un dibattito sempre più confuso è giusto chiedersi: quante varianti di Covid-19 ad oggi esistono? Non è, tuttavia, l’unica cosa su cui fare chiarezza. L’idea di amore che stiamo festeggiando oggi dipinge davvero lo stato delle cose e, soprattutto, la condizione della donna?

Frattura sull’Himalaya

Niente di buono riecheggia nel freddo dell’Himalaya. Nei ghiacci rimbombano i palpiti di un ambiente stanco e abusato, di una natura che non riesce più a tenere i propri pezzi assieme, tutt’altro che indifferente verso le creature viventi come invece la descriveva Giacomo Leopardi ne le Operette.

Questa infatti sembra scagliarsi, tristemente, proprio contro il colpevole: l’uomo. A pagare le spese della tragedia che ha visto crollare un intero ghiacciaio dell’Himalaya sono stati in tantissimi, fra morti e dispersi. Cos’è accaduto precisamente? Facciamo il punto con la nostra Alice Minati👇

Un ambientalista indigeno quasi al ballottaggio ecuadoriano

La tragedia indiana suona come l’estremo lamento di un ambiente che sembra aver raggiunto l’orlo del collasso in tutto il mondo, dalle Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno, fino al Sudamerica. Quello che descrivevamo come il “polmone globale” arranca ormai senza fiato, sfiancato dai colpi dell’avidità umana, del surriscaldamento terrestre e degli incendi. Nell’indifferenza e nella barbarie perpetrata dall’uomo soltanto lo sguardo delle popolazioni indigene dell’Amazzonia sembra rimanere attonito e desideroso di giustizia.

Per loro l’Amazzonia non è solo una foresta, è soprattutto una casa, una dimora sacra e forse partecipare al ballottaggio nelle elezioni ecuadoriane sarebbe stato il modo giusto per far sentire ancora più forte la propria voce, attraverso Yaku Pérez. Di chi si tratta precisamente? Che cosa propone? Contro chi si è scontrato? Il grande risultato per il movimento indigenista alle elezioni ecuadoriane può essere il segnale di una svolta politica green e per i diritti delle genti amazzoniche? Ci racconta tutto Naomi Di Roberto 👇

La Virginia abolisce la pena di morte

Accanto alla speranza sudamericana c’è la svolta nordamericana della Virginia. Il governatore dello Stato, il democratico Ralph Northam, si appresta a firmare la legge che renderà la Virginia il ventitreesimo Stato dell’Unione ad abolire la pena capitale.

Per la Virginia l’abolizione della pena di morte è un passo avanti storico. Dalla sua fondazione ha giustiziato circa 1.400 persone, superando qualsiasi altro Stato, secondo il sito Death Penalty Information.

La corsa ai vaccini e le varianti Covid

È stata una settimana intensa ma forse, nel nostro umano cuore, c’è ancora spazio per un’altra riflessione che faccia un po’ di chiarezza in un dibattito sempre più confuso. Sgomitate e sgambetti non vengono risparmiati nella corsa ai vaccini dove, come al solito, paesi più avvantaggiati come Uk, USA e Israele e Ue tentano di accaparrarsi il numero più alto possibile di dosi. I paesi più poveri e l’intero continente africano, invece, sono stati lasciati indietro, senza calcolare l’effetto boomerang per cui una pandemia va sconfitta ovunque, altrimenti il virus continua a circolare e a mutare.

Questo clima di iniquità si aggrava con i recenti sviluppi. Tradizionale, inglese, sudafricana, brasiliana e ora, da pochi giorni, anche quella milanese. Le varianti del Covid-19 prolificano ogni giorno così velocemente che se ne perde quasi il conto. Sembra giusto chiedersi quante varianti di Covid-19 ci sono ad oggi e, soprattutto, in cosa differiscono fra loro? Ce le descrive tutte Marlene Simonini 👇  

È San Valentino, dimentichiamo qualcosa?

L’idea di amore che oggi festeggiamo, nella giornata di San Valentino, dipinge davvero lo stato delle cose e, soprattutto, la condizione della donna? Quella che abbiamo festeggiato, forse, non è solo un tripudio di consumismo ma anche un giorno in cui si preferisce ignorare quanto molti rapporti sentimentali e molte donne vivano ancora sotto la morsa del patriarcato e della violenza di genere. È il caso, ad esempio, di Loujain al-Hathloul, una delle maggiori attiviste per i diritti delle donne saudite, rilasciata qualche giorno fa dopo un’atroce ed ingiusta carcerazione durata ben 1.001 giorni.

Accanto a lei sono tante le donne che, allo stesso modo, si battono quotidianamente per un mondo equo e libero da violenze di genere e femminicidi. Cerchiamo di mettere da parte i festeggiamenti e raccontare davvero la condizione femminile nel mondo guidati dalla nostra Rosarianna Romano 👇

Ci fermiamo qui. Grazie dell’attenzione, buona domenica, alla prossima settimana.

👉 Sostieni Othernews con una piccola donazione 👈

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *